Sunday , 13 June 2021

Inter, Gasp lancia l’allarme: “Siamo in pochi!”

Dopo l’avvincente amichevole pareggiata per 2-2 contro l’Olympiacos (https://www.direttaradio.it/16359/inter-olympiakos-la-diretta-live/), Gian Piero Gasperini ha fatto l’analisi complessiva del ritiro estivo della sua Inter.

E il risultato non è esaltante: mercato poco brillante in entrata come e soprattutto in uscita, dove è stato venduto il giocatore più forte, Samuel Eto’o. Ma Gasperini non si preoccupa di questo: “Con la cessione di Eto’o perdiamo un giocatore di grande valore individuale, ma la forza di questa squadra è sempre stata l’unione del gruppo”.

Solita frase trita e ritrita che si sente da tempo in casa nerazzurra. Ci vuole forse troppo coraggio ad ammettere che con la cessione di Eto’o la squadra è stata indebolita, a prescindere da chi verrà comprato per sostituirlo?

Probabilmente si. Gasperini comunque non è sembrato disperato e si è detto sicuro che la società farà ancora mercato per allungare una rosa che in questo momento appare corta: “Ora siamo in pochi, siamo contati e dobbiamo mettere in campo tanti ragazzi”, ma l’ex tecnico del Genoa è scaramantico: “Non ho il dramma di Benitez” riferendosi agli infortuni, che finora non si sono verificati.

E rispetto a Benitez si nota anche un’altra differenza: Gasperini dice le cose come stanno e ammette che la rosa è corta e va rinforzata, lo spagnolo diceva di essere in linea con il pensiero della società e invece era tutto il contrario.

LEGGI ANCHE  Inter, primo rinforzo: arriverà Palacio!

In chiusura, Gasperini ha ammesso di non avere preferenze sull’eventuale sostituto di Eto’o (Forlan in vantaggio su tutti): “Dove casco casco bene” ha detto sorridendo.

La realtà è che, a 10 giorni dalla fine del mercato, c’è poco da sorridere.

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About DanieleSidonio

%d bloggers like this: