Sunday , 26 May 2024

Paolo Bossini si racconta: “Ho sconfitto il cancro e adesso torno a nuotare”

In tanti si chiedevano che fine avesse fatto Paolo Bossini, nuotatore italiano dalle grandi potenzialità, che a soli 19 anni conquistò il primato europeo nei 200 rana. Era il 2004. Oggi di anni ne ha 26 e di cose ne sono successe per il ranista. Soli pochi mesi fa, nel dicembre 2010 l’annuncio schok: “Ho il cancro“. Un dolore improvviso mentre era in auto, fermo ad un semaforo. Pensava ad una contrattura al collo, ma il dolore ha continuato per giorni fino alla decisione di fare la tac che ha mostrato i linfonodi. Campione del nuoto, ma anche della vita perchè non si è abbattuto e grazie anche all’amore della moglie e della piccola figlia, ha iniziato la sua battaglia con un ciclo di chemioterapia.

E a oltre nove mesi di distanza torna a parlare Bossini che ha vinto la gara più importante: “Ho sconfitto il cancro“. Oro agli europei di Madrid 2004, argento agli europei di Budapest 2006 e record europeo stabilito alle Olimpiadi di Pechino 2008. Ma anche un oro, un argento e due bronzi europei su vasca corta, senza contare gli undici titoli italiani. Questo è Paolo Bossini che adesso non si ferma e punta a Londra 2012: “Ad oggi il mio fisico risponde abbastanza bene. Ho ripreso ad allenarmi da pochi giorni e se la testa va a mille il fisico non riesce ancora a tenergli il passo. Il “problema” è che la testa, con quello che ho vissuto, ha acquisito un livello tale di sicurezza che è davvero difficile, per il fisico, stargli dietro. In allenamento ho il ritmo dei compagni, poi, però, quando torno a casa mi lecco le ferite, sono letteralmente sfiancato. Credo che ci vorranno ancora un paio di mesi per tornare completamente nei ranghi, ma a Londra ci credo eccome“. In bocca al lupo Paolo, Londra ti aspetta!

 

 



 

Seguici su Facebook e su Telegram

About Andrea Izzo

Appassionato di calcio e di musica, ex nuotatore che si dilettava sui campetti di periferia cercando di imitare, con scarsi risultati, gli idoli Roberto Baggio e Manuel Rui Costa. Sin dalla sua nascita ho collaborato come redattore per Gamefox Network che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura e per il web.