Saturday , 24 October 2020

Trapani-Casertana: l’assurdo pomeriggio dei granata che subiscono lo 0-3 a tavolino e il litigio tra Pellino ed Evacuo

Solo poche settimane fa, il Trapani ha visto vanificata la salvezza conquistata sul campo.  La squadra granata ha visto sfumare la  Serie B per 2 punti di penalizzazione, che non  hanno  permesso agli uomini -allora di Castori –  di giocare i play-out.

Ne nasce un’estate travagliata che porta il club da Fabio Petroni – già conosciuto a Pisa e Castellammare – a Gianluca Pellino, già in trattativa per prendere il Foggia.

Le operazioni  si chiudono venerdì, e molti pensano che la squadra non scenderà in campo contro la Casertana. Ma sabato la squadra si allena, e domenica – con 4 superstiti dall’anno scorso – si presenta allo stadio per giocare. Ma ci sono due posizioni in dubbio: quella di Oberdan Biagioni, tecnico ingaggiato nelle ultime ore, e soprattutto quella del medico sociale. Il Dottor Mazzarella era in malattia e non  si è presentato  allo stadio, Serviva un sostituto

Felice Evacuo a TuttoC ha spiegato: “. Gli ispettori della Procura Federale e della Lega Pro, come da prassi, hanno visionato la documentazione e hanno riscontrato una posizione non chiara sia del tecnico che del medico sociale. Questo perché la PEC per il tesseramento era stata inviata ieri in Lega Pro ma essendo gli uffici chiusi nel weekend, questi due tesseramenti non sono stati ratificati. Mancando queste due figure, quindi, la partita non ha avuto inizio. Il match non si è svolto perché queste due figure non erano ancora tesserate per il Trapani Calcio. Gli arbitri hanno preso atto della situazione e hanno verbalizzato. Io oggi sarei stato il capitano ma, ovviamente, non ho potuto mostrare la fascia in campo”.

Preso atto che la gara non si  sarebbe disputata – con conseguente 0-3  a tavolino e punto di penalizzazione per i granata – è scaturita una lite tra Pellino ed  Evacuo, supportato dai reduci  dell’anno scorso, a Luperini, Del Prete e Pettinari.

L’ex Parma l’ha raccontata così: ““Ho litigato col presidente perché cercava di incolpare della cosa il dottore Mazzarella che è in malattia e che da 45 anni lavora praticamente gratis per il Trapani. Da quando è arrivato se l’è presa con tutti: prima con i calciatori sindacalisti, poi con i tifosi violenti che avevano impedito gli allenamenti, poi con i dipendenti si erano coalizzati contro di lui e anche con la gestione precedente. Oggi se l’è presa col dottore e io son dovuto intervenire“.

Il video dello scambio di vedute – chiamiamolo così – è visibile su Trapani Granata. Pellino dichiara: “Non c’erano i tempi per il tesseramento al volo. La partita è stata vinta dalla Casertana a tavolino. Mazzarella ho provato a chiamarlo stamattina, ma….non voglio parlare..”.

A questo punto interviene Evacuo, che invita il presidente a parlare: “Dai la colpa a Mazzarella, ai sindacalizzati, ai tifosi con le spranghe, ai dipendenti. Ci hai fatto fare una figura di m…. Siamo professionisti, allenatore e dottore non si tesserano il giorno prima della partita. Il regolamento dice che ci vuole il dottore per le partite di calcio“.

Non resta che sperare che il Trapani non diventi un altro “caso” di Serie C. Per i suoi tifosi, per la sua storia, e per la regolarità del campionato.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Stefano beccacece

%d bloggers like this: