Anconitana: ma è davvero passata solo una settimana?

L’esito è lo stesso di Osimo col Mondolfo, il risultato e la prestazione decisamente no. Nella prima in casa al Del Conero l’Anconitana è tutta un’altra squadra rispetto sia all’esordio in campionato sia alla gara di coppa col Loreto.

Se al “Diana” era risultato difficile trovare una certa fluidità nel gioco ieri si è vista una squadra capace di girare molto meglio ed in grado di costruire diverse occasioni. Tante sono state, dunque, le note positive della seconda giornata: da Marengo che segna e adesso – dopo l’addio di Mandorino – dovrà prendere per mano il centrocampo  essendone l’elemento più tecnico -al  giovane Zagaglia ed al tridente che va tutto splendidamente in gol.

Mastronunzio va verso la propria personalissima quota 100 – ne mancano  10 – e affina l’intesa coi due argentini ex Civitanovese. Infine va citato anche Gianclaudio Lori: come sempre, quando si prevede che non ci sarà partita, c’è sempre il rischio che il portiere sia poco reattivo. In realtà, in avvio il Cantiano ci prova con Lucchetti Simone su cross di Lucchetti Matteo. Il giocatore ospite fallisce un gol, ma Lori è determinante. E l’estremo difensore deve ripetersi anche su una conclusione ospite deviata da Pucci.

LEGGI ANCHE  Anconitana: duro l'ex sed l'ex

Archiviata un’ottima prestazione  – che nell’intervallo ha visto pure una proposta di matrimonio dal terreno di gioco – sabato e non domenica ci sarà la sfida all’Osimana, forse la squadra più accreditata dorici a parte, ed unica avversaria contro la quale si ricordano precedenti storici.  L’Anconitana arriverà alla prossima sfida come unica compagine ad aver vinto in entrambe le prime due giornate.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

 

 

Commenta

comments

Seguici su Facebook

About Stefano beccacece