Wednesday , 21 October 2020

Presentazione del nuovo tecnico Inter Andrea Stramaccioni: la diretta live


Oggi pomeriggio alle ore 17 al centro sportivo Angelo Moratti di Appiano Gentile, nella Pinetina, avverrà la presentazione del nuovo allenatore dell’Inter Andrea Stramaccioni. Come noto, Claudio Ranieri è stato esonerato ieri e al suo posto è arrivato il tecnico della primavera reduce dalla vittoria nella cosiddetta Champions League giovanile in finale sull’Ajax. Noi di direttaradio.it saremo come sempre presenti in diretta live all’evento. Appuntamento a più tardi.

La diretta live

Collegamento alle ore 17.

Eccoci pronti dunque a sentire le prime parole del nuovo tecnico dei neroazzurri.

Siamo in ritardo con la tabella di marcia, alle 17:21 mister Stramaccioni non è ancora arrivato in conferenza stampa.

Ecco finalmete l’arrivo di Stramaccioni, con 23 minuti di ritardo inizia la conferenza.

Prima domanda: quali sono le prime sensazioni e come è andato il primo allenamento. Il mister dice che questo è un giorno bellissimo, poi dice che il mondo della prima squadra e quello della primavera sono molto distanti.

Il primo impatto con i giocatori? Il mister dice di essere stato sincero con loro, ha detto ai giocatori che loro sono grandi campioni e lui è orgoglioso di allenarli.

Viene chiesto a Stramaccioni se quello di allenare l’Inter è un sogno che fa un po’ paura, ma lui dice testualmente che è un sogno punto. dice che da quando gli è stata comunicata la decisione della società, lui aveva la testa solo su come fare il meglio per la squadra. Gli viene detto se ha in programma delle novità, e lui risponde che ne parlerà con la società, ma la volontà di imporre qualche giovane c’è, ma questo però solo non va a bruciare il giovane che deve essere lanciato.

LEGGI ANCHE  Stramaccioni imita Antonio Cassano: il divertente video

Come lavorerà Stramaccioni? Il mister dice di aver parlato a Moratti con molta sincerità, lui ha visto in campo qual’è il suo lavoro, e per lui questo è una certezza. Stramaccioni ha tanto entusiasmo e non ha paura, sa che allena campioni e non primavera, ma sa che ha a che fare con gente intelligente e la società è con lui.

Stramaccioni sogna di imitare Mourinho? La risposta è che Mourinho al momento è distante anni luce da lui, perché Stramaccioni è l’ultimo arrivato, mentre José è uno dei più grandi.

Come ha vissuto il momento dell’annuncio del suo arrivo in prima squadra e come ha pensato di impostare la prossima partita? Il mister era lusingato di vedere il suo nome accostato all’Inter, il presidente Moratti gli ha chiesto di portare lo stesso entusiasmo che trasmetteva in primavera nella prima squadra, ed è questo il suo obbiettivo.

Qual’è l’obbiettivo reale dei neroazzurri in questo finale di stagione? la risposta viene interrotta dall’arrivo di Mario Balotelli, che è arrivato ad Appiano a salutare la squadra e va a stringere la mano a Stramaccioni. Poi il mister si ricompone è risponde: l’obbiettivo è molto semplice: vincere. Bisogna pensare partita dopo partita, solo questo.

Le tue idee calcistiche sono molte diversa da quelle che sono state imposte da settembre ad oggi, è difficile insegnare delle nuove idee alla squadra? Stramaccioni dice che non deve insegnare nulla a questi campioni, vuole che i giocatori vadino in campo per fare la partita e vincere. Lo spogliatoio oggi lo ha colpito, perché c’era molto entusiasmo e lui ci crede.

LEGGI ANCHE  Video presentazione del nuovo tecnico Inter Andrea Stramaccioni: "Obiettivo vincere"

Che allenatori stima Stramaccioni? lei è un predestinato? Risposta: No, non predestinato ma fortunato, a Roma la persona che mi ha trasmesso di più è stato Luciano Spalletti ed il suo calcio mi ha ispirato tantissime idee, Spalletti ha un grandissimo entusiasmo e mi ha aiutato tanto. Poi c’è Sacchi, che mi fa tanti complimenti, ma mi tira anche le orecchie.

Viene chiesto se in queste partite si gioca un po’ del futuro di Stramaccioni. La risposta è che lui vede il suo futuro giorno dopo giorno, fino ad ora è rimasto sempre lo stesso, ed in questo momento non crede sia il caso di fare proclami o stillare obbiettivi.

I giocatori le danno del tu o del lei? Oggi mi hanno dato tutti del lei. Facile tirare fuori l’entusiasmo dai giovani, ma come si fa a tirare fuori l’entusiasmo da un senatore? Stramaccioni dice che vuole che i senatori si sentano giovani dentro e prende come esempio capitan Zanetti.

Per lei perché le cose quest’anno non hanno funzionato? Come si rilancia Sneijder? Il mister dice che del passato non vuole parlare, mentre per Sneijder non c’è nessuna ricetta, è un campione deve solo stare bene, tutto qui.

Ieri ti hanno detto che potresti essere confermato per il prossimo anno? Ieri mi hanno detto tante cose, non mi ricordo. Come farà a fare correre meglio i giocatori? Ha una bacchetta magica? Insomma come pensa di risolvere i difette di questa squadra? Il mister dice che questa è un osservazione corretta, ma lui crede che l’Inter nelle ultime partite non è stata fortunata, e nelle ultime partite è stata poco aiutata dagli episodi. Lui ha trovato bene i giocatori e prima di pensare alle ricette per risollevare la squadra, vuole giocare vederli sul campo.

LEGGI ANCHE  Video presentazione del nuovo tecnico Inter Andrea Stramaccioni: "Obiettivo vincere"

Dicono che non lascia nulla al caso, con i punti attuale si va in Champions? Stramaccioni dice che non è pratico di classifiche di serie A ma non vuole fare tabella e pensare solo alle partite da giocare.

Avremo la stessa elasticità di moduli che avevamo visto nella primavera? il mister dice che con la prima squadra è diverso, qui abbiamo dei campioni con caratteristiche definite ed io li devo solo mettere nelle condizioni migliori per potersi esprimere. Un messaggio che le è arrivato che le ha fatto particolarmente piacere? risposta: Quello di Bruno Conti, che gli ha detto “quanto sei forte, lo sapevo”

Lei prende un impegno molto lavoro, la squadra è in crisi, non sente proprio questa responsabilità? risposta: sarà l’incoscienza giovanile, ma non sono preoccupato, perché so che la squadra è forte e voglio solo lavorare. Stramaccioni afferma che sarebbe preoccupato se la squadra non fosse attrezzata, ma per lui non è così

Con queste frasi finisce la prima conferenza stampa di Andrea Stramaccioni da allenatore dell’Inter.






Commenta

comments

Seguici su Facebook e su Telegram

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia, mi occupo di sport, musica, spettacolo, politica, gossip e cultura: insomma, tutto e il contrario di tutto. Amante degli sport olimpici e del calcio minore. Ho praticato calcio, tennis, atletica leggera, tiro con l'arco, tennistavolo e Pokemon GO. Milanese emigrato, vivo in Trentino. Contatto: info@direttaradio.it
%d bloggers like this: