Breaking News

Alpinismo: muore Mario Merelli precipitando in Valbondione


Il mondo dell’alpinismo italiano piange Mario Merelli, il bi-conquistatore dell’Everest e di molte altre vette del club degli Ottomila, tra cui Annapurna e Gasherbrum I.

Dopo tante battaglie vinte contro le montagne più alte del mondo, il destino ha voluto che precipitasse proprio davanti a casa sua, in Valbondione, nel tentativo di arrivare in vetta a Punta Scais, una cima di oltre 3.000 metri sopra il Rifugio Baroni.

Merelli aveva 49 anni ed era originario di Vertova, nel bergamasco, ma risiedeva a Lizzola, appunto in Valbondione. Era collaboratore di moltissimi quotidiani, locali e nazionali, tra cui La Gazzetta dello Sport, e partecipava frequentemente a molti programmi televisivi, per propagare l’ideale di una montagna da conquistare in modo naturale senza l’aiuto di espedienti.

A nulla è valso l’intervento dell’elisoccorso, Mario era già deceduto. Ma noi preferiamo ricordarlo da vivo, col suo motto, che ancora campeggia sul suo sito web che ancora non è stato aggiornato con luttuoso evento:

“Il mio hobby? Sarebbe un sacrilegio non dire la montagna visto che è la mia Vita!”

Addio Mario

Advertisements

Commenta

comments

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia, mi occupo di sport, musica, spettacolo, politica, gossip e cultura: insomma, tutto e il contrario di tutto. Amante degli sport olimpici e del calcio minore. Ho praticato calcio, tennis, atletica leggera, tiro con l'arco e Pokemon GO. Milanese emigrato, vivo in Trentino. Contatto: info@direttaradio.it